Le mie mascherine, perché?

Molti di voi mi conoscono e sanno che quasi venti anni della mia vita sono stati dedicati alla moda, ma sanno anche che negli ultimi tempi la mia attività principale si è spostata su altro, continuando a portare avanti le mie creazioni solo per pochissimi capi e per pochissime persone .

Perché allora tornare adesso con queste mascherine?

Non è stata un’idea partita subito con l’emergenza, e neppure un modo per riempire le giornate di questo stop forzato.

C’è stato un momento la settimana scorsa, subito dopo Pasqua, in cui ho realizzato che per quanto la vita possa tornare alla normalità, la mascherina sarà qualcosa che diventerà parte del nostro quotidiano e, a quel punto, ho sentito la necessità di prendere in mano questi odiati oggetti e farne qualcosa di bello.

Soprattutto, come sempre faccio quando progetto un abito o un accessorio, qualcosa che stia bene addosso, che possa darci un qualcosa in più invece che solo coprirci e nasconderci.

C’è una parte imprescindibile in ciascuno di noi che prende forza dal sentirci bene con noi stessi. E se adesso le condizioni che stiamo vivendo ci proiettano in tutt’altre dimensioni e preoccupazioni, ci sarà un momento in cui lentamente torneremo alla vita di tutti i giorni e in cui avremo bisogno di sentirci confortevoli e sicuri. E per quanto possiamo non volerlo ammettere, parte di questo sentire passa dal nostro aspetto.

Ho passato 5 giorni interi a tagliare, provare, buttare e ricominciare da capo finché sono arrivata alle mie mascherine.

Sono sostanzialmente due modelli che ricalcano quelli esistenti ma con degli aggiustamenti nel taglio che le rendono molto più adattabili al viso, incorniciandolo piuttosto che sgarbatamente coprirlo.

Il modello sagomato non ha pence e si presta benissimo ai tessuti un po’ rigidi ed è particolarmente indicato anche da uomo.

Il modello a soffietto, nei due diversi tagli: large che è il più classico, e slim che mantiene la totale copertura di naso e bocca ma, assottigliando di molto la linea,  ha una “vestibilità” di gran lunga più piacevole!

Dopo aver lavorato sulla forma mi sono poi messa a studiare i materiali: belli ma traspiranti. Quindi sì a sete, cotoni, materiali tecnici, sempre con un rivestimento in puro cotone a contatto con la bocca.

E poi dettagli in pelle nei modelli più chic, la possibilità di avere la sciarpina coordinata… intanto iniziamo così, in pochissimi giorni il progetto è in piedi con la proposta di di 10 diverse mascherine tutte ordinabili fin da ora nella sezione SHOP ON LINE di questo sito.

Ricordo qui, come ovunque sottolineato in questo sito, che queste mascherine non sono un dispositivo medico. E’ importante non fare confusione ragazzi!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *